Acqua e scorie

L'acqua

non fornisce né calorie né vitamine, ma ha importanza vitale per la struttura e il lavoro del corpo. Il corpo del neonato è costituito dal sessanta per cento di acqua. Al bambino deve essere permesso di bere una o due volte fra un pasto e l’altro, anche più spesso durante la stagione calda.

La maggior parte degli alimenti sono per lo più composti di acqua, e in tal modo l’individuo riceve una parte del proprio fabbisogno giornaliero.

Le Scorie

Sono così chiamate le fibre dei vegetali, della frutta e del grano intero (la crusca, per esempio), che il nostro intestino non può digerire né assorbire.

Le scorie passano nelle feci, non utilizzate da un lato, ma molto utili dall'altro, poiché forniscono una parte della massa fecale che aiuta a stimolare la funzione intestinale.

Se una persona deve stare a “dieta leggera”, come latte, brodo e uova, è facile che diventi stitica, perché rimane poco materiale nell'ultima parte dell’intestino.