L’indipendenza dai genitori

I bambini dopo i sei anni continuano ad amare profondamente i genitori nel loro intimo, ma di solito non lo dimostrano esternamente. Essi sono più freddi nei confronti degli adulti in generale, a meno che non ritengano che siano persone eccezionali. Non vogliono più essere amati come un oggetto o semplicemente perché sono graziosi. Cominciano ad acquisire un loro senso di dignità come individui e vogliono essere trattati come tali.

Da questa esigenza di essere indipendenti dai genitori i bambini derivano la tendenza a rivolgersi, in misura sempre crescente, ad altre persone adulte di loro fiducia al di fuori della famiglia, per avere da loro idee e conoscenze. Se essi, erroneamente, pensano che il loro adorato insegnante di scienze abbia detto che i globuli rossi sono più grandi di quelli bianchi, non c’è niente che i genitori possano fare per far cambiare loro idea.

I concetti di ciò che è giusto e di ciò che è sbagliato che i bambini hanno ricevuto dai loro genitori, non verranno però dimenticati, infatti sono stati così profondamente assorbiti che i bambini li considerano ormai come loro proprie idee. Essi sono quindi irritati quando i genitori insistono nel ricordar loro come devono comportarsi bene, perché essi già lo sanno e vogliono essere considerati come degli individui responsabili.