Il bambino che morde

È abbastanza naturale che i bimbi di un anno prendano l’abitudine di morsicare i loro genitori. La dentizione fa loro desiderare di mordere comunque e quando sono stanchi e tesi tale desiderio è ancora più forte. Potrebbe non essere molto grave quando un bimbo di uno o due anni morde un altro bambino, sia egli di umore buono o cattivo.

Dopo i due anni o due anni e mezzo bisogna vedere la frequenza con cui morde e come la bimba o il bimbo si comporta in altre circostanze. Se in genere è contenta ed espansiva ma qualche volta da un morso quando fa la lotta, la cosa non ha importanza. Ma, se invece è nervosa o infelice molto spesso e continua a mordere gli altri bambini senza alcun motivo, è segno che qualcosa non va. Forse viene dominata e disciplinata troppo in casa e si trova in uno stato di ipersensibilità e di agitazione? Forse prima ha avuto poche possibilità di abituarsi agli altri bambini e immagina che siano pericolosi e minacciosi verso di lei? Forse è gelosa di un fratellino e scarica sugli altri bambini piccoli la paura e il risentimento, come se fossero anch’essi altrettanti rivali? Se la causa e la cura non sono facili da individuare, sarà utile ricorrere all'aiuto di uno specialista per bambini (Neuropsicomotricista).

Alcuni genitori che hanno ricevuto una serie di morsi si chiedono se li devono restituire. Probabilmente i genitori riescano a controllare meglio i figli se stanno al loro posto e se si comportano come un “padrone affettuoso”, piuttosto che scendere al loro livello e difendersi a loro volta con pugni, schiaffi o morsi. Inoltre, se morsicare o schiaffeggiate una bimba di un anno, è probabile che essa vi risponda considerando ciò una lotta o un gioco. Se vi dimostrate seccati, non farete che stimolare la sua cattiveria. La sola cosa che potete e dovete fare è di starle lontani per non essere morsi di nuovo, tirandovi indietro quando ha quello sguardo cattivo e mostrandole chiaramente che ciò non vi piace e non glielo permettere.