Andate piano con i giochi violenti o con gli scherzi

Molti genitori amano fare giochi violenti con i figli e anche ai bambini piace, ma si eccitano troppo e poi hanno incubi notturni. È bene ricordare che a due, tre e quattro anni gli affetti, gli odi e le paure del bambino ingrandiscono a dismisura. I piccoli non sanno distinguere con chiarezza la realtà dalla finzione: un padre che finge di essere un orso o un pugile, realmente assume queste vesti per il bambino. E questa esperienza è troppo gravosa per un bambino piccolo. Quindi, i giochi che possono spaventare devono essere brevi, allegri e non troppo violenti, anche se il bambino vuole che continuino. Soprattutto non si deve fingere di far la lotta o di dar la caccia al bambino: meglio fare della ginnastica e smettere quando il bambino si eccita troppo. Quando qualcuno è irritato con un amico o con un collaboratore, non può picchiarlo né insultarlo; però gli è consentito prenderlo in giro. Cosi si abitua a farlo, in ogni occasione, anche coi figli. Ma, i bambini si potrebbero sentire umiliati quando si ride di loro e non sanno rendere il contraccambio; quindi, in questi casi è meglio non farlo.