Gonfiore alle caviglie in gravidanza

caviglieA causa della situazione ormonale, in gravidanza è molto frequente che si manifesti gonfiore alle mani e ai piedi, anche accentuato, dovuto a ritenzione di liquidi nei tessuti. Questo fenomeno è più marcato quando il clima è caldo e nell'ultimo trimestre di gravidanza. Inoltre, la compressione determinata dall'utero sulla vena cava, che raccoglie il sangue proveniente dagli arti inferiori, può causare un ostacolo alla normale circolazione venosa. Oltre al gonfiore, possono quindi comparire o aggravarsi, soprattutto nelle donne predisposte per fattori ereditari, dilatazioni dei vasi capillari e vene varicose agli arti inferiori e nel distretto emorroidario.

Per questioni di circolazione il gonfiore dei piedi è più accentuato alla sera, dopo una giornata di fatiche, e si attenua, facendo degli esercizi, fino a scomparire al mattino, dopo una notte di riposo. Viceversa il gonfiore ed il formicolio delle mani è più evidente al mattino e scompare, dopo qualche ora, con il movimento degli arti. Potete aiutarvi con qualche esercizio specifico.

Pertanto, se l'edema persiste o si accentua, non seguendo l'andamento ciclico suddetto, o si diffonde ad altre parti del corpo è meglio segnalare tempestivamente il fenomeno al proprio medico.

Che cosa fare

Senza indicazioni del medico, non prendete diuretici, non bevete meno e non mettetevi a dieta. Un aiuto può arrivare dai prodotti naturali. Anche questi però sono medicinali e vanno presi solo dopo aver sentito il parere dì un medico.

  • Indossate calze elastiche durante il giorno
  • Evitate di stare troppo a lungo in piedi o sedute
  • Usate scarpe comode e con tacco basso
  • Ritagliatevi dei momenti di riposo durante il giorno
  • Dormite con gli arti inferiori sollevati rispetto al resto del corpo, ad esempio mettendo un cuscino sotto il materasso o dei piccoli supporti sotto il letto dalla parte dei piedi
  • Se l’avete a disposizione usate la cyclette per 20-30 minuti al giorno, senza spingere molto
  • Fate del movimento: nuoto, ginnastica per gestanti e/o passeggiate
  • Ogni volta che vi è possibile, camminate piuttosto che stare ferme in piedi
  • Se dovete stirare, cercate di sedervi, e comunque non fatelo per ore. Interrompetevi spesso.
  • Evitate di indossare gambaletti, giarrettiere, autoreggenti, cinture, indumenti o guaine strette
  • Usate creme e gel a base di escina o farmaci appositamente consigliati dal medico
  • Fate massaggi di linfodrenaggio, dall'estremità degli arti verso l'inguine e le ascelle

Esercizi

  • Esercizi per i piedi

piediOvunque vi troviate, abituatevi ad esercitare i piedi: contraete e rilassate le dita alternativamente, disegnate con un piede alla volta dei cerchi o delle lettere, tenendo ferme le gambe, alzatevi in punta di piedi e abbassatevi oppure spostate il peso prima su una gamba e poi sull’altra. Questi sono tutti esercizi che aiutano a stimolare il flusso sanguigno verso il cuore. Potete imparare a farli anche mentre leggete, vedete la televisione, state riposando o chiacchierando con un’amica.

 

 

  • Esercizi per le mani/braccia
maniPer alleviare il formicolio e l’intorpidimento delle braccia e delle mani potete appoggiare le punte delle dita sulle spalle e ruotare i gomiti all’indietro oppure potete stendere le mani in alto sopra la testa per qualche minuto, contraendo e rilassando ritmicamente le dita verso l’alto. Potete anche eseguire esercizi di allungamento stando appoggiate con la schiena al muro.