Il bambino che non fa colazione prima di andare a scuola

colazione-prima-di-andare-a-scuola


Questo problema si presenta qualche volta, specialmente con i bambini di prima e di seconda, all’inizio della scuola in autunno. I bambini scrupolosi sono così intimiditi dalla numerosa scolaresca e dalla maestra, che non riescono a mandar giù il primo pasto della giornata.

Se i genitori li sforzano di prendere qualche cosa, è molto probabile che vomitino andando a scuola o appena arrivati. Questo aggiunge un senso di vergogna, che si somma a tutte le loro altre difficoltà.

Il miglior modo di agire in questo caso è di lasciarli soli durante la prima colazione; lasciate che bevano soltanto succo di frutta o latte, se sono le uniche cose che riescono a mandar giù senza problemi. Se non riescono neppure a bere, lasciateli andare a scuola a stomaco vuoto, certo non è il modo ideale per iniziare una giornata, ma a poco a poco si tranquillizzeranno e, se li lasciate soli, riusciranno molto prima a mangiare al mattino. Questo tipo di bambini di solito mangia abbondantemente a pranzo e poi si rifà di tutto con una cena assai abbondante. Man mano che si abituano alla scuola e alla nuova insegnante, anche lo stomaco diventerà gradatamente più affamato alla prima colazione, sempre però che non debbano, la mattina, lottare anche con i genitori.

Ancora più importante, per il bambino che è timido all’inizio della scuola, è che il genitore parli dei suoi vari problemi con la maestra, affinché questa possa capirlo e si adoperi per superare queste difficoltà. La maestra può fare uno sforzo particolare per essere affettuosa con lui e aiutarlo nei progetti che fa in comune con gli altri, per trovargli un suo ruolo nella scolaresca.